Paesaggi d’Abruzzo e promozione turistica dal basso

Paesaggi d'AbruzzoSabato 13 luglio all’Aurum di Pescara, la community web Paesaggi d’Abruzzo ha organizzato un evento all’interno del Pescara Jazz insieme all’Ente Manifestazioni Pescaresi e a Cantina Tollo. Un bell’appuntamento, condito da una degustazione di prodotti di aziende abruzzesi.

Vorrei soffermarmi su un tema che è l’incipit di ogni presentazione di Paesaggi d’Abruzzo: la promozione turistica dal basso.

È il leitmotiv degli esperti di marketing turistico; se pensiamo ad una produzione di una campagna di comunicazione, più semplicemente ad un video spot, se la pensiamo “dal basso”, dobbiamo abbandonare l’idea di assoldare un testimonial televisivo o una voce narrante stile Quark che ti descrive le meraviglie di una località, la bontà del piatto ed immancabilmente, con il sottofondo della colonna sonora del film Mission, l’effetto della goccia che entra nell’acqua, rimbalza lentamente verso l’alto, rimandando la mente a paradisi… termali, ma è la comunità locale od ospite (non i turisti, termine ormai andato in pensione) a raccontare la località/destinazione con occhi e parole nuove e dove è (pare) la casualità a dettare i tempi del racconto.

In Abruzzo un significativo contributo alla promozione turistica veramente dal basso (a detta di esperti), è data dalla community web Paesaggi d’Abruzzo, che con la forza di 102.439 fan (alle 15.36 di oggi) ed una media di oltre 20 mila persone a settimana che condividono foto sull’Abruzzo e postano commenti su ciò che è paesaggio ed immagini dell’Abruzzo più bello, muovono un complessivo medio settimanale di 250.000 di persone che  vengono così in contatto (sul web) con l’Abruzzo rimanendone colpiti, ammaliati, a volte stupefatti.

Come dicono i geniacci di BTO, l’online spinge ancor di più alla cura del personal touch e del genius loci, quindi alla cura delle relazioni, umane e ambientali, come fattore vincente di una proposta turistica. Ed è così che negli ultimi anni i “profili facebook” che “postano” foto su Paesaggi d’Abruzzo si sono trasferiti nel reale di uno shooting fotografico nei Parchi d’Abruzzo o alla ricerca dell’orso marsicano; la community web si è mostrata così nella sua realtà, fatta di persone di grande valore animate da competenza, amore e passione per l’Abruzzo.

Il 2013 è stato l’anno della fioritura di queste gemme di incontri reali dei vari animatori di Paesaggi d’Abruzzo, da Alessandro Di Nisio, fondatore nel 2008 della community, al fratello Fabio, co-fondatore, a tutti gli amatori fotografi dei paesaggi e bellezze anche gastronomiche d’Abruzzo.

Ma veniamo a noi. I contatti tra Anteprima Montepulciano d’Abruzzo e Paesaggi d’Abruzzo sono maturati nel settembre 2012 in proposte di attività per la prima edizione dell’evento “dedicato a chi AMA il Montepulciano”.

banner_2

Come non poter cogliere l’occasione di una collaborazione, per un ente pubblico che ha nel suo DNA la promozione territoriale, con la principale fan page turistica sull’Abruzzo? Non poteva essere altrimenti.

Dopo un viaggio comune a Firenze all’edizione 2012 di Buy Tourism Online, è nato il concorso fotografico Anteprima Montepulciano d’Abruzzo. In brevissimo tempo, tra gennaio e febbraio di quest’anno, ha raccolto l’adesione di 124 fotografi, con 338 foto – la gran parte scattate in un inverno ricco di neve anche nelle quote più basse – e, grazie alla collaborazione di diverse altre esperienze conosciute in rete e poi dalla nuvola del web materializzatesi in persone meravigliose (Francesca Tammarazio Bogatzu aka memesullaluna e Emiliana Dell’Arciprete di Abruzzo4Foodies), 9 cantine vinicole abruzzesi hanno accolto l’invito di ospitare shooting fotografici. Peccato aver avuto solo 2 fine settimane a disposizione.

E’ proprio di questi giorni la realizzazione di un bel video di immagini del concorso fotografico realizzato da Paesaggi d’Abruzzo.

Dopo questa esperienza alzi la mano chi non ha pensato di noi di proporre un prodotto turistico enogastronomico legato al mondo della fotografia avendo come scenario l’Abruzzo del vino? Un cantine aperte tutto l’anno rivolto ad appassionati della fotografia, tutti uniti dalla passione comune della fotografia come occhio privilegiato sul paesaggio?

E così nel 2013 è stata la volta di altre due bellissime incarnazioni di Paesaggi d’Abruzzo. Con il viaggio della Transiberiana d’Italia del 14 aprile e Let’s Blog Abruzzo del 1 e 2 giugno, a Santo Stefano di Sessanio con blogger provenienti da diversi paesi del mondo a parlare di come si promuove online e come si racconta il territorio.

E’ palese che il confronto con esperienze di fan page turistiche di Regioni e Agenzie di Promozione Turistica può non rappresentare appieno l’esperienza sia di Paesaggi d’Abruzzo, sia dell’attività delle stesse fan page istituzionali. I soli numeri, le classifiche o i klout del caso possono non essere pienamente significativi, così come non lo è il PIL per misurare il benessere di un paese; anche perché con gli stessi parametri si misurano contenitori e percorsi diversi.

Le Regioni e le Agenzie (anche sotto forma di Spa) gestiscono una comunicazione turistica sul web di certo collegata ai piani di promozione turistica regionali che comunque spinge dall’alto.

Paesaggi d’Abruzzo è invece una significativa espressione della vera promozione turistica dal basso: i 100 mila e oltre fan lo testimoniano; la conferma è data dai primi passi e già decisivi passi nell’off-line con il risultato di sprigionare una positiva influenza aggregatrice con un’apertura al territorio nella più pura dimensione “social”, inclusiva, sinceramente aperta ad ogni contaminazione.

L’edizione 2014 di Anteprima Montepulciano d’Abruzzo vedrà una rinnovata collaborazione con Paesaggi d’Abruzzo? Alla domanda si può rispondere con un altra domanda: come farne a meno?

@gianlucaDS

Categorie

Iscriviti alla newsletter

* Questo campo è obbligatorio