La settimana del vino secondo Anteprima Montepulciano d’Abruzzo, 5 luglio 2013

traboccoCalalenta, dal 5 al 7 luglio www.calalenta.com.

Torna l’evento che, a cadenza biennale, punta a valorizzare le specie ittiche dell’Adriatico con particolare attenzione al pesce azzurro e la piccola pesca, quale esempio di sviluppo sostenibile e rispettoso dell’ambiente, promuovendo le meraviglie paesaggistiche della Costa dei Trabocchi.

Gli elementi di appeal nazionale dell’evento ci sono tutti, dall’inserimento sull’home page di www.italia.it ai bellissimi servizi su Viaggi di Repubblica al Corriere della Sera, al lancio su TV nazionali.

Il programma è ricco: cene a tema, laboratori del Gusto, incontri e dibattiti, show cooking con gli chef più di grido del panorama culinario abruzzese, testimonial di eventi nazionali.

Sapremo sfruttare questa occasione e capitalizzarla?

 

nicodemiAlessandro Nicodemi è stato confermato alla guida del Consorzio di Tutela del Montepulciano d’Abruzzo Docg – Colline Teramane.

Conferma nel consiglio di amministrazione, composto da 9 membri, anche per il vicepresidente Enrico Cerulli Irelli e per Gianluca Galasso, Rocco Cipollone, Marco Scarinci e Gaspare Lepore. Tre invece i nuovi produttori entrati nel Consiglio d’Amministrazione: Antonello Savini, Corrado de Angelis Corvi e Massimo Santone.

Nato a Roma, 40 anni, una laurea in Economia e Commercio, Alessandro Nicodemi ha mosso i primi passi nel mondo vitivinicolo ed agroalimentare nel 2000 all’interno dell’azienda di famiglia, la Fattoria Bruno Nicodemi, fra le più antiche del panorama enologico teramano e abruzzese. Nel 2003 entra nel Consorzio come membro del Consiglio di Amministrazione, con il successivo rinnovo nel 2006 viene eletto presidente, incarico che gli viene confermato fino ad oggi. Nel 2011 è insignito “Benemerito della vitivinicoltura italiana” per aver arrecato un determinante contributo allo sviluppo della viticoltura ed alla valorizzazione della enologia italiana, ricevendo la prestigiosa Medaglia del Cangrande. Nel 2013 è anche eletto membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo.

Gli auguriamo un buon lavoro!

 

assoenologi68° Congresso nazionale Assoenologi

Ad Alba dal 4 al 7 luglio è in programma l’annuale appuntamento degli enologi italiani. È un evento di spessore; sarebbe interessante anche partecipare solo come “accompagnatore” visto il programma delle uscite…vedi il Programma 

I dati forniti dal Centro Studi Assoenologi in occasione del lancio del congresso  evidenziano che tra i mercati europei è da segnalare la crescita del mercato tedesco +11,8% e dell’area scandinava con Svezia a +11,3% e Norvegia +10,8%. Segnali di ripresa giungono anche dalla Russia +47,6%. Gli Stati Uniti superano, nella prima parte dell’anno, il quarto di milione di euro, con un incremento del +12,8% e aprendo la strada a un anno ricco di soddisfazioni; buona la performance del mercato canadese che vede lievitare il valore da 60,8 a 66,1 milioni di euro, +8,8%. Nel quadrante Far East è incoraggiante la ripresa della domanda di vino italiano nella Corea del Sud +23% e Cina +11,2%.

Continua la crescita del valore del maggior peso, in valore, del prodotto in bottiglia; in 4 anni il valore del vino italiano esportato ha avuto un incremento del 25%: da 1,75 a 2,20 euro a bottiglia. Ricordiamo che nazione leader per le esportazioni di vino (in termini di valore delle esportazioni) è la Francia con una crescita nel 2012 del 9,2%, seconda l’Italia con un + 6,6%, terza in forte crescita la Spagna + 11,8%, mentre per i volumi esportati l’Italia è prima, seconda la Spagna, terza la Francia.

 

Rouge_Sucette-620x462Vino aromatizzato alla cola. Della serie non siamo tutti winelovers.

Intravino e Cucchiaio.it  ci presentano una ditta bordolese che, dopo aver lanciato il vino aromatizzato ai gusti di castagne e pompelmo, propone al mercato della grande distribuzione il vino alla cola. L’approccio dei due blog al prodotto è diverso: uno demonizza l’esperimento, l’altro lo descrive senza commenti apocalittici. E’ sicuramente un prodotto provocatorio, un po’ come mescolare il diavolo e l’acquasanta che genera curiosità.

Categorie

Subscribe me

* This field is required